Menu

Hsiao Chin

biografia

Shangai 1935

Hsiao Chin nasce a Shangai nel 1935, è uno dei pionieri dell'arte astratta cinese.
Nel 1956 con Hsia Yan, Wu Hao, Li Yuan-chia, Chen Tao-ming, Hsiao Ming-hsien, Ouyang Wen-yuan e Ho Kan partecipa alla fondazione del primo movimento di pittura astratta cinese il Ton-Fan Art Group.  Nello stesso anno va a vivere a Barcellona fino alla fine degli anni cinquanta e, e dopo avere trascorso un periodo di studi in Spagna, si trasferisce in Italia, a Milano, dove fonda il movimento artistico Punto e conosce Lucio Fontana.
Nella prima metà degli anni sessanta lavora tra Parigi, dove nel 1964 viene allestita una personale alla Galerie Internationale d’Art Contemporain, e Londra. Dal 1967 al 1972 vive negli Stati Uniti dove ha la possibilità di entrare in contatto con William De Kooning, Mark Rothko e di compiere diversi viaggi in Sud America, per visitare le architetture degli Aztechi e dei Maya.
Hsiao Chin nel 1978 fonda a Milano il movimento internazionale Surya insieme agli artisti J. Tilson, G. Robusti and Kengiro Azuma. Nello stesso anno torna a Taiwan per partecipare, come primo artista, alla costruzione di musei d'arte e alla redazione di programmi di arte internazionale. 
Nel corso degli anni ottanta partecipa a diverse esposizioni internazionali tra Europa, Asia e Sud America.
Nel 1991 a seguito della scomparsa della moglie, crea le toccanti opere sui temi Passaggio alla grande soglia, Verso il giardino eterno, e Il giardino eterno, mentre risalgono al 1996 la serie di dipinti intitolata Un mondo nuovo. Questo titolo si richiama al romanzo di Huxley A Brave New World, ma, contrariamente alla visione pessimistica del futuro espressa dallo scrittore inglese, i dipinti realizzati da Hsiao sono pervasi di grandi speranze e ottimismo, guidato dall'entusiasmo dato dal suo matrimonio con la soprano austriaca Monika Unterberger
Nel 2002 vengono inaugurate quattro importanti mostre personali a Milano e nello stessto anno riceve a Taiwan il National Fine Art Prize dalla National Culture and Arts Foundation.
La pittura più recente è dominata da cerchi di cicli vitali senza fine, da un'atmosfera carica di energia e da un caos vorticoso che emette bagliori nei suoi vibranti colori fluorescenti. Hsiao sembra avere come principale obiettivo quello di prepararsi adeguatamente a una vita dopo la morte, a riscattare la vita dalla morte.
Negli anni a seguire proseguono le mostre e riconoscimenti internazionali, attualmente Hsiao Chin lavora tra l'Italia e la China.